Se vuoi puoi..

venerdì 30 settembre 2011

I venerdì del libro: "I nani di Mantova"

Anche stavolta propongo uno dei libri che sono stati regalati alla Simpatica Canaglia per il suo compleanno:

AUTORE: Gianni Rodari
TITOLO: I nani di Mantova
EDITORE: Giunti Junior
PAG: 64
ETA' CONSIGLIATA: dai 4 anni
ISBN: 8809017870
Su Rodari non scrivo nulla, non c'è ne bisogno, indico solo il sito del Centro Studi Gianni Rodari di Orvieto dove è possibile trovare tantissime informazioni. 
Inizia così:
"Nel Palazzo Ducale di Mantova, reggia di Gonzaga, c'è un curioso appartamento che sembra stato ideato e costruito per ospitare un popolo di bambole".....
La pagina successiva è dedicata alla rappresentazione dell'entrata del Palazzo Ducale ad opera dell'illustratrice del testo Daniela De Luca.
Si viene così a sapere che all'interno della reggia vi erano delle stanze in cui tutto era in miniatura: le altezze dei soffitti, i mobili, le decorazioni: erano gli appartamenti dei nani di corte. Un giorno uno scrittore (lo stesso Rodari??) e dei ragazzi li visitarono e immaginarono una storia che poi cantarono e recitarono per le vie di Mantova come dei cantastorie: 
"Signori e buona gente,
venite ad ascoltare:
dei nani le avventure
vi andremo a raccontare...."
Rime e prosa si alternano per raccontare la storia di questo gruppetto di nani al servizio dei Gonzaga che un giorno si stufarono di essere così piccolini, derisi da tutti specialmente dal capitano delle guardie Bombardo e da Rigoletto buffone di corte, e decisero di trovare un rimedio.
Provarono a mangiare di più, a dormire senza la cuffia in testa, a fare ginnastica, il più coraggioso lasciò la reggia e chiese alle immagini dei giganti affrescate a Palazzo Te perchè mai loro fossero dei nani. La risposta fu ..... perchè vivevano nella casa dei nani.
Non voglio raccontare il seguito perchè ho la sensazione di aver già svelato troppo di questa storia divertente, avventurosa, con personaggi dolci e aggressivi, solidali e nemici, dove i grandi si sveleranno essere i più piccoli e i più forti i meno potenti.
Un libro di facile lettura, con illustrazioni tonde e morbidose, che come tanti altri di Rodari può essere raccontato come una semplice storiella o approfondito per parlare di differenze, minoranze, emarginazione, solidarietà e abuso del potere.
Vi lascio un filmato di una lettura animata di questi libro ad opera dell'associazione culturale Birba di Assisi




Questo post aderisce all'iniziativa promossa da Homemademamma

4 commenti:

  1. Non conosciamo questo libro... Sembra simpatico!

    RispondiElimina
  2. Adoro Rodari, mi ricorda la mia infanzia!

    Rieccomi...il problema dei commenti è risolto ;-) l'ho scritto anche da HomeMadeMamma :-)

    RispondiElimina
  3. Questo di Rodari mi manca: bello!

    RispondiElimina
  4. Non lo conoscevo... grazie e grazie anche dei link!

    RispondiElimina

Ogni opinione espressa con educazione è ben accetta
Causa invasione di commenti spam è inserita la moderazione ai post più vecchi di 14 giorni

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...