Se vuoi puoi..

domenica 22 gennaio 2012

Gli esperimenti della Domenica: indicatori di pH naturali

Questa domenica Simpatica Canaglia non è con me, è andato con papi Miki qualche giorno in Trentino.
Aspettavo da un po' questi giorni per due motivi:
  1. ho bisogno di stare un po' da sola ogni tanto per gustarmi il silenzio
  2. i due uomini di casa hanno bisogno di stare un po' per conto loro senza l'ingombrante presenza di Mammozza che, senza volerlo, limita la condivisione di giochi e attenzioni tra i due
Peccato che già senta un vuoto pazzesco in casa e non vedo l'ora che mi chiamino per sentire le loro voci.
Ma sarò ben complicata!

Veniamo al titolo del post..
Questo esperimento è nato per caso, mercoledì volevo cucinare il cavolo rosso (Ci con questo ingrediente non ha realizzato ricette ma opere d'arte! e ha scritto anche un post sui coloranti naturali usati come indicatori di pH), l'ho tagliato a strisce e l'ho messo a bagno. Quando l'ho scolato mi sono accorta che l'acqua di lavaggio era blu!

Questo è stato davvero inaspettato! A scuola, durante le lezioni di analisi chimiche, abbiamo usato l'estratto di cavolo rosso (estraendolo con alcol etilico), ma non immaginavo bastasse l'acqua di lavaggio.
Allora ho chiamato il mio aiutante e gli ho fatto vedere la magia. Cosa abbiamo utilizzato:
  • acqua di lavaggio del cavolo rosso
  • tazzine, sarebbe stato meglio bicchierini di vetro incolore, tipo quelli da liquore
  • succo di limone, aceto, sapone per le mani e ammoniaca (attenzione questa l'ho maneggiata io e mi sono raccomandata di non respirare sopra la tazzina)
Il mio aiutante si è messo il suo camice e abbiamo iniziato a sperimentare
  1. abbiamo messo in ogni tazzina un po' di acqua di lavaggio
  2. In tutte tranne una che serviva come riferimento (reputo molto importante spiegare che quando si vogliono osservare dei cambiamenti è necessario ricordare bene da dove o da cosa si è partiti, in analisi chimica si chiama anche il "bianco") abbiamo aggiunto qualche goccia delle sostanze da testare.
Risultato una bella scala cromatica. Da sinstra: succo di limone, aceto, bianco, sapone per mani, ammoniaca


Che cosa è successo?
Se volete una spiegazione più dettagliata potete leggere qui oppure qui (più dettagliato)
La mia spiegazione è decisamente semplificata: il pH è un indice della acidità o basicità di una soluzione che sono caratteristiche opposte delle sostanze. Nel cavolo rosso ci sono delle composti che cambiano il loro colore a seconda che si trovino in presenza di acidi o basi (se c'è qualche pollice verde che legge, pensate alle ortensie e all'importanza del pH del terreno per il loro colore).
Non ho mica preteso che Simpatica Canaglia capisse il senso del pH, ma che basta poco per cambiare si.
Buona domenica


Condiviso su
It's playtime
Made by you Monday
Science Sparks

Powered by BannerFans.com

12 commenti:

  1. Bellissimo! Ti ho segnalato alla mia amica e collega Mafalda che, come te, insegna Pozioni!

    RispondiElimina
  2. Bene così faremo le streghe di Eastwick

    RispondiElimina
  3. Lo sai, con le scienze creative con me sfondi una porta aperta! Bellissimi prodotti!

    RispondiElimina
  4. P. S. Sei ufficialmente invitata a partecipare (anche con un post vecchio) a Love of Learning (tema: imparare giocando)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu dimmi cosa devo fare e io lo faccio...
      Fatto!

      Elimina
  5. Hai proprio ragione, ogni tanto bisogna vedersela tra uomini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato che senza donne spesso succedono i casini :-P

      Elimina
  6. Questo mi sa che lo propongo anche alle nane... anche se non capiscono il Ph non fa nulla, capiranno il cambiamento!

    RispondiElimina
  7. bellissimo questo esperimento da piccolo chimico utilizzando materiale naturale,anzi mangereccio, lo proporrò sicuramente ai miei due. Tempo fa al grande avevo fatto usare le cartine tornasole ed era rimasto affascinato dal cambio colore già mi immagino la faccia che farà quando vedrà che si può fare con un cavolo!

    RispondiElimina
  8. Esperimento facilissimo e non si spreca neanche il cibo.
    @ Kemate: guarda i link in uno ti spiega come preparare delle cartine indicatrici come quelle tornasole immergendole nel liquido blu. Secondo me potrebbe essere divertente anche disegnarle usando aceto o succo di limone o bicarbonato.

    RispondiElimina
  9. Love this! My husband and I have been meaning to do this with Aodhan for ages. Thanks for the inspiration.

    RispondiElimina

Ogni opinione espressa con educazione è ben accetta
Causa invasione di commenti spam è inserita la moderazione ai post più vecchi di 14 giorni

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...