Se vuoi puoi..

domenica 5 febbraio 2012

Esperimenti della domenica: mangiatoia per uccellini

Premessa: questo esperimento è attualmente in corso
 
Qui anche ieri è venuta giù un bel po' di neve, stamattina un bel sole ci ha salutato, ma già nel pomeriggio sono di nuovo comparse le nuvole. La tregua dovrebbe durare fino a martedì notte. Vedremo.
Intanto mi riempio gli occhi di letture di blog, mentre la casa senza le precise mani di papi Miki richiederebbe una maggiore attenzione, tuttavia io non ci bado dedicando un po' più di tempo a me e a Simpatica Canaglia.
Ieri leggevo il post di Natixdelinquere su come offrire un po' di cibo agli uccellini in questi giorni di neve.
In casa non avevo molto, non ho fatto scorte pazzesche e l'ultima volta che sono stata al supermercato non ho trovato neanche il latte fresco a causa dei problemi dei trasporti.
Allora ho seguito anch'io i consigli di Lipu ed Enpa (potete trovare una ricetta anche qui) insieme a Simpatica Canaglia e a un suo amichetto del vicinato abbiamo preparato le nostre tortine per gli uccellini.
Abbiamo usato
  • stampi in silicone
  • burro fuso leggo ora che è meglio la margarina (attenzione!)
  • uva passita
  • mandorle sgusciate  pezzetti
  • crosta di Parmiggiano Reggiano a cubetti
  • semi di lino e girasole
Abbiamo messo tutti gli ingredienti solidi negli stampini, il burro fuso per ultimo, lasciato raffreddare sul davanzale della finestra fino alla solidificazione del burro, estratti dallo stampo.

Legati con un cordino. 3 li abbiamo regalati al nostro vicino, 3 li ho appesi stamattina avventurandomi nella neve. Questi sono i miei passi, la gamba sprofondava nella neve fin sopra il ginocchio.

Spero di non aver commesso un grave errore, perchè per poter osservare il gradimento degli uccelini ho appeso due tortine alla rete che circonda il giardino, di fronte alla finestra della cucina. E questo non è un posto molto riparato da pioggia e neve e nemmeno alberi per fare da rifugio.

La terza totina l'ho invece legata ai sostegni delle rose.

Il nostro esperimento consiste nel vedere se i nostri pennuti apprezzareanno, se possibile riuscire a fotografare e identificare qualcuno dei pennuti e vedere se mostreranno una preferenza per la tortina vicino alle rose o quelle attaccate alla rete. I risultati nei prossimi giorni.

Aggiornamenti
Giorno 1: nessune dei tre tortini è stato assaggiato. Ho spostato uno dei due attaccati alla ringhiera, dall'altra parte del giardino dove alla mattina ho visto poggiarsi un pettirosso (credo) di cui poi sono rimaste molte impronte nella neve (spero possano costituire il mio prossimo esperimento). A causa del ghiaccio sul marciapiede stavo per fare un volo cosmico con doloroso atterraggio. Sono stata fortunata.


Questo post partecipa a:
For the kids Friday
Made by you mondays

8 commenti:

  1. Brava! Io in casa non ho semini nè margarina. Però ho messo sulla ringhiera una mela e una pera :-)

    RispondiElimina
  2. Bravi, anche noi l'abbiamo fatto con le arachidi però per le cinciallegre che ne sono ghiotte, appena ho tempo farò un post.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspetto il post dedicato alle cinciallegre

      Elimina
  3. Non credo di poterlo fare ;-( verremmo assaliti dai piccioni, che già pensano che la tettoia del nostro balcone sia casa loro...
    quasta settimana invece io pubblicherò i primi esperimenti scientifici di homeschooling part time!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche noi abbiamo purtroppo tanti piccioni, ma spero che anche i pettirossi, le gazze e i merli ne possano beneficiare.

      Elimina
  4. Noi abbiamo fatto una mangiatoia con il cartone del latte... ma non sembra funzionare molto! Gli uccellini vengono fin sulla porta di casa, ma il cartone del latte nemmeno lo guardano...

    RispondiElimina
  5. Non so che dirti, non ho idea di come si possa fare per aiutarli a "vedere" il cibo.Spero che se ne accorgano prima o poi.

    RispondiElimina
  6. Per merli e cinciarlle li dovrebbe funzionare.
    Passeri e pettirossi invece mangiano o a terra o dove ci sono posatoi comodi.

    Per il tetrapak bisogna all inizio gettare un poco di semi sotto il tetrapak come se fosse fuorisciti semi e caduti. Pian pianino capiscono :)


    Complimenti!
    Sono perfetti!
    I prossimi con margarina ;)

    RispondiElimina

Ogni opinione espressa con educazione è ben accetta
Causa invasione di commenti spam è inserita la moderazione ai post più vecchi di 14 giorni

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...