Se vuoi puoi..

venerdì 17 febbraio 2012

I venerdì del libro: "La nascita di Arlecchino "

Stavolta ho beccato la scadenza.
Ieri in biblioteca per un'ora, insieme a Simpatica Canaglia abbiamo recuperato un po' di testi diversissimi tra loro: uno di questi riguarda il carnevale.
ILLUSTRATORE: Giovanni Manna
TITOLO: La nascita di Arlecchino
EDITORE: Fabbri
PAG: 26
ETA' CONSIGLIATA: dai 5 anni
ISBN: 9788845180576
Questa è la versione di Piumini di come la celebre maschera della commedia dell'arte sia nata (la versione più seria potete trovarla su Wiki).
Incipit:
Sapete perchè Arlecchino cammina così?
Sapete perchè tiene le mani cosà?
Se volete saperlo, state a sentire.
Arlecchino macque da un uovo.
Quale uovo?
E chi fece quell'uovo?
.......
Lo fece l'allegria, quella tua e quella mia......

Questo per darvi un'idea del tenore della storia, che a parte l'inizio, non è in strofe ma è comunque piena di giochi di parole e di humor.
Arlecchino esce dall'uovo e si ritrova nudo e affamato. Con la fortuna e l'ingegno si procurerà il suo coloratissimo abito e qualcosa per nutrirsi. Troverà anche degli amici.
La storia di questo albo si presterebbe benissimo ad una lettura animata, il testo un po' surreale richiama automaticamente intonazioni particolari della voce, la storia della creazione del vestito si presta benissimo ad una sua costruzione durante la lettura. Chissà è da tanto che non mi dedico alle letture animate, forse mi ci rimetto o magari qualche lettrice potrebbe prendere spunto e realizzarne una.
Intanto mi ha dato un'idea per i nostri esperimenti della domenica, perchè con tutta sta neve che c'è ancora sui marciapiedi, non credo andremo a vedere la sfilata dei carri con il nostro costume da gufo
Buon Carnevale a tutti 
Questo post partecipa ai "Venerdì del libro" di Homemademamma

18 commenti:

  1. Roberto Piumini è bravissimo, e le mascherine sono sempre un piacere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedremo come riusciremo a realizzare la nostra...

      Elimina
  2. penso che ogni bambino dovrebbe avere nozioni di arlecchino e pulcinella.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente fanno parte anche loro della nostra cultura e della nostra letteratura. E poi mi ricordo quando alle elementari me le fecero studiare era divertente associarle alle città da cui venivano

      Elimina
  3. Noi ne abbiamo uno in rima, di libro sul carnevale... Mia figlia l'ha portato a scuola e la maestra le ha chiesto se poteva prestarglielo....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Starà organizzando qualche sorpresa per il martedì grasso...

      Elimina
  4. Arlecchino era il mio preferito in assoluto. Le maschere tradizionali sono un modo bellissimo e purtroppo un po' in disuso per festeggiare il carnevale.
    Ciao Mammozza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non solo per festeggiare il carnevale, ma anche per parlare di geografia e di teatro.

      Elimina
  5. anche se carnevale finisce mercoledì credo proprio che prenderò questo libro ugualmente! buona domenica!!! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui, causa neve, tutte le manifestazioni le4gate al carnevale sono state rinviate e quindi ce la possiamo godere ancora per qualche settimana.

      Elimina
    2. se no potete sempre venire in terra Ambrosiana, noi il carnevale lo facciamo durare un po' di più ;)

      Elimina
  6. Ciao, che bel libro! immagino che dal prossimo anno le maschere, con tutti i ricordi, arriveranno anche a casa nostra, quest'anno abbiamo festeggiato con tanti animaletti! Jessica

    RispondiElimina
  7. Che bello questo libro! Io non sono un'appassionata del Carnevale, ma questa storia mi sembra prorprio carina per i bambini!

    RispondiElimina
  8. Molto interessante lo segno per quando Giorgia sarà più grande!!!

    RispondiElimina
  9. ma è bellissimo questo libro! alice proprio ieri mi chiedeva chi fosse arlecchino e io annaspavo nella memoria... grazie mammozza!!!

    RispondiElimina
  10. Non amo molto carnevale, ammetto! Neanche da bambina..al contrario per i miei bambini e' proprio festa! si ttavestono spesso ma uscire per strada con.coriandoli non ha eguali.
    Questo testo e` una garanzia: piumini!

    RispondiElimina
  11. Adoro il carnevale, per questo ero via ;) ma recupero... sembra divertente. Arlecchino anche per me è un ricordo sfuocato, grazie per il suggerimento di lettura. ciao!

    RispondiElimina
  12. Ciao, anche a me interessano i libri per bambini! Ti seguirò!
    ps: trovo sia giusto far conoscere ai bambini anche un po' della nostra "italianissima" tradizione; ormai più che di Halloween in giro non si sente parlare...

    RispondiElimina

Ogni opinione espressa con educazione è ben accetta
Causa invasione di commenti spam è inserita la moderazione ai post più vecchi di 14 giorni

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...